Chiesa di S. Francesco a Rieti

Di stile gotico-romanico la chiesa di San Francesco, ubicata in una grande piazza, piazza San Francesco, nascosta alla fine di un vicoletto che parte dalla centralissima via Roma, a Rieti, fu edificata dai frati francescani nel 1200.

Del classico stile romanico la facciata, lineare e imponente, con il portale squadrato, sopraelevato in cima ad alcuni gradini in marmo con ai lati due serie di colonnine sormontate da alcuni piccoli archi sopra ai quali è posto il rosone, di dimensioni ridotte rispetto alle proporzioni della chiesa.

All’interno presenta una pianta a croce latina con tre navate, una grande al centro e due più piccole ai lati. Il soffitto a capriate un tempo era finemente decorato in stile barocco, andato persa con il terremoto del 1898, mentre sulle pareti è possibile ammirare gli affreschi, oggi in fase di restauro, di scuola giottesca che raccontano scene di vita vissuta di San Francesco.

In questa chiesa si custodisce la statua di Sant’Antonio da Padova – a cui è dedicata la prima cappella a sinistra – portata a spalla dai fedeli nei giorni che la città di Rieti dedica, a giugno di ogni anno, alla celebrazione del Santo.

Particolari opere di intervento furono necessarie nel 1600. Infatti, a causa della vicinanza con il fiume Velino e delle sue frequenti esondazioni, il pavimento fu rialzato di un paio di metri. Dotata originariamente anche di un chiostro, questo oggi ospita la sede del liceo scientifico Carlo Jucci.